BACC 2018
FRANCESCOARDINI

 

Francesco Ardini (Padova nel 1986) vive e lavora tra Padova e Nove. Nel 2001 si è laureato in Architettura del Paesaggio presso lo IUAV di Venezia, città dalla quale nascerà il suo interesse per la ceramica. Da ceramista autodidatta ha sviluppato una tecnica dove centrale rimane l’aspetto plastico della materia con lo scopo di conferire leggerezza e raffinatezza alle sue sculture e installazioni. Affascinato dall’idea di imperfezione e fragilità, Francesco considera centrali alla sua ricerca l’ambiente domestico, dove il caos e la precarietà dell’esistente si nascondono dietro una linearità solo apparente, e il corpo inteso come strumento principale per esplorare la realtà. Materiale alchemico e primordiale, la ceramica è il medium che più di qualsiasi altro è in grado di trasformarsi, adattarsi e trasmettere le paure sottili e silenziose che si sviluppano nella domus dove cresciamo. Contestualizzata da sempre nell’ambiente domestico, la ceramica acquisisce in questo percorso nuova fisionomia: l’artista ne mette in discussione la funzione primaria di suppellettile, andando a modificarne oltre che la natura, il suo processo di formazione plastica. Gli oggetti rotti, le superfici irregolari delle sue sculture, le fratture apparenti seguono il ritmo dei cicli biologici dove la dissoluzione precede sempre una definizione formale all'ombra delle leggi naturali non più assolute ma relative, in un mondo in cui tutto è condizionato e precario: il risultato è una bellezza distorta.