BACC 2018
GREGORIOPEÑO

 

Gregorio Peño (Villafranca de los Caballeros, Toledo, 1983) nato in una famiglia di vasai con oltre 150 anni di tradizione, è il primo della sua generazione ad affacciarsi al mondo dell'arte contemporanea. Nel 2007 ha conseguito il titolo di Tecnico Superiore in Arti Plastiche e Disegno in Ceramica Artistica presso la escuela de arte Francisco de alcántara di Madrid. Nonostante la sua giovane età, le sue opere sono oggi conosciute dentro e fuori dalla Spagna attraverso i numerosi premi e biennali, tra i quali: Premio Internazionale AECA per la migliore opera di un artista vivente nella fiera d’arte ARCO 2015, la Menzione d’Onore ottenuta nel X Concorso Internazionale di Ceramica di Mino (Giappone, 2014); l’esposizione speciale Hot Rookies della gyenonggi international ceramic Biennale (Corea del Sud, 2013); il Premio Speciale Miglior Giovane nella XXII Biennale Internazionale della Ceramica Contemporanea di Vallauris (Francia, 2012), e il Premio Jóvenes Artistas di Castilla-La Mancha (Spagna, 2011).

Le opere di Gregorio Peño possono sembrare ieratiche e solenni, soprattutto per il loro aspetto monocromatico, ma da un’analisi più amplia sulle forme da lui utilizzate, l'equilibrio delle pieghe e la brillantezza con cui passa dall'argilla cotta a quella smaltata, si nota una ricerca artistica insolita tra coloro che sono agli inizi della loro carriera.

Critici come di Tomás Paredes (Presidente della Associazione Spagnola di Critici d’Arte) hanno mostrato grande interesse per il suo lavoro affermando, in uno dei sui articoli: “in Peño, c’è opera, c’è un artista, c’è un futuro, c’è una dimensione!”.