Gianluca Bianco

The porziuncola

Con The porziuncola si fissano le tre unità aristoteliche di azione, tempo e luogo, legate alla poetica del verosimile che in arte non è la rappresentazione del vero ma della sua apparenza, che non si riferisce al suo particolare ma a temi universali che in essa sono espressi. Porziuncola di Santa Maria degli Angeli è il manifesto di Francesco d'Assisi, è il luogo della vocazione, dell’indulgenza, della meditazione, della connessione, ancora, il centro dove elaborare il proprio pensiero. Ed è all'interno della Porziuncola che Francesco ha codificato il suo alfabeto comportamentale, oggi più che mai contemporaneo. Quest’opera nasce con la precisa volontà di rendere omaggio alla grandezza di un uomo, indipendentemente dalla sua vocazione religiosa, raccogliendone la straordinaria eredità di pensiero nata per suggerire una riflessione alle istanze e urgenze che ci troviamo a vivere, prime fra tutte, l'obbligo di recuperare un corretto rapporto tra Uomo e Natura. L'uso di materiali naturali come la terra o la juta, del colore bianco come la luce, sono sfruttati per invitare il visitatore a tessere una propria, personale riflessione.

The porziuncola è la tappa finale di un lungo percorso intrapreso nel 2016 con Imbilico - Perpetua Motus Terra - progetto artistico che ha affrontato la distruzione causata dal terribile sisma che allora colpì il Centro Italia. Come metafora dell’imprevedibilità, della precarietà, della transitorietà dell’esistenza e di conseguenza come opportunità di recupero e restauro. La mia ricerca si basa sull’assunto che ad ogni distruzione segue una ricostruzione, da cui The porziuncola diviene luogo fisico ma soprattutto emotivo, interiore, dove processare e comprendere la nostra parte migliore per immaginare il futuro. Per farlo, dobbiamo toglierci le scarpe e ritornare a sentire la terra sotto i piedi, ritrovare quel contatto per sentirci parte di e non separati da.

FMS_6950 copia.jpg